Come togliere il malocchio

Spesso si sente parlare di malocchio, dai mass media, ma anche nei discorsi tra persone, a volte arrabbiate tanto per via di qualcosa che proprio non va nella loro vita o in quella dei propri cari.
Chi ci crede e chi no, tante le idee su questa tematica che incuriosisce molto anche i più scettici. Invidia, gelosia, ma anche rabbia fanno in modo che forze negative si spostano da un individuo a un altro, tutto sta nel capirlo e nel cercare di capire come togliere il malocchio.

Come capire se si ha il malocchio

Se vi state chiedendo come fare a capire se si è stati colpiti dal malocchio, basta accertarne i sintomi, così spiegherebbero gli antichi soprattutto del Sud, che sembrerebbero aver appreso la tecnica per il riconoscimento e l’eliminazione del malocchio, tramandata dagli avi.
Dunque, persone invidiose, gelose e piene di rabbia contro una persona, possono andare a generare un negativo influsso contro l’oggetto dei loro peggiori sentimenti e tale energia negativa, in qualche modo, giungerà alla vittima sotto forma di uno stato di malessere oppure di una serie di disgrazie di cui davvero si ignorano le origini.

Le maledizioni

Esistono persone che con l’ausilio di antiche pratiche di un particolare tipo di magia, detta propriamente magia nera, vanno a realizzare maledizioni personalizzate per la vittima prescelta. Siamo in tal caso dinnanzi alla pratica del malocchio oppure fascinazione.

Sintomi del malocchio

I primari sintomi del malocchio sono stati catalogati e sono caratterizzati soprattutto da spossatezza, accompagnata da frequenti mal di testa, ma anche da cattivo umore e addirittura da depressione.
Ci sono casi più gravi e casi meno gravi, in quelli peggiori il bersaglio può addirittura subire degli incidenti di vario genere come cadere senza ragione, essere vittima di incidenti stradali, e addirittura contrarre gravi malattie.
Il malocchio può esser lanciato anche da una persona innamorata che intenderebbe legare a se la persona designata, la conseguenza potrebbe essere rappresentata dall’ossessione che potrebbe avere la vittima del malocchio verso la persona che lo ha lanciato.
Scoperte le origini del malocchio e dopo aver compreso meglio il suo funzionamento, si dovrà passare al contrattacco se si pensa di esser vittima di malocchio e se succedono nella propria vita guai di ogni tipo.
Chi ci crede, chi no, chi non assume una posizione a riguardo, si tratta comunque di un tema molto antico e di cui ancora oggi si sente spesso parlare anche nel quotidiano.
Il tutto è basato su una serie di credenze del tutto popolari e di pratiche che vengono tramandate di persona in persona, addirittura si pensa che cominciare da una bella pulita sia negli ambienti in cui si vive che in quelli in cui si lavora, sia un primo passo da fare per cercare di sconfiggere finalmente il tanto temuto malocchio.

Lascia un commento