Informazioni e caratteristiche del Pinscher Nano

Il Pinscher Nano ha origini in Germania che risalgono circa alla fine del 1800. Successivamente inizia a diffondersi in tutta Europa, diventando col tempo una delle razze più amate e apprezzate tra tutte. Il Pinscher è molto adatto alla vita domestica, in quanto risulta essere molto simpatico e allo stesso tempo un buon cane da guardia.

E’ un cane davvero molto piccolo; non supera, infatti, i trenta centimetri di lunghezza e il suo peso massimo si aggira attorno ai cinque chili. La sua pelle morbida e molto aderente al suo corpo, lo rende particolarmente elegante. Ha tendenzialmente gli occhi molto scuri ed il colore del suo pelo può variare dal marrone scuro al rossiccio scuro. Il Pinscher Nano è un cane che si adatta facilmente a qualsiasi tipo di ambiente. Non è necessario, infatti, che abbia a disposizione lunghe distese di terreno; le sue piccole dimensioni gli permettono di vivere bene anche in case un pò più piccole. E’ comunque importante concedere loro delle passeggiate frequenti. E’ un’ottima compagnia per i bambini non eccessivamente piccoli, grazie al suo carattere vivace e irruento.

Tuttavia come suggerisce pinschernano.it è importante frenare il suo lato aggressivo, che emerge nei momenti di paura, durante i quali sente la necessità di proteggersi da qualcosa o qualcuno. In questo caso è bene cercare di tranquillizzarlo o addestrarlo fin da subito a controllare questo aspetto del suo carattere. E’ inoltre parecchio geloso di tutto ciò che è suo. Il Pinscher necessita di molta attività fisica, soprattutto nelle stagioni più calde. Con l’arrivo del freddo è invece importante proteggerlo dal freddo, poichè è la razza che più ne soffre. Come qualsiasi altra razza canina, ha bisogno di tutte le cure necessarie per prevenire patologie di qualsiasi tipo. Per quanto riguarda l’alimentazione, questa razza non è particolarmente delicata; è comunque importante variare la sua nutrizione a seconda dei diversi momenti della sua vita. In base all’età, alla sua salute, alla quantità di movimento che egli fa durante l’arco di una giornata si deve diversificare la quantità di vitamine e proteine da assumere.

Lascia un commento