I prestiti più richiesti dai protestati

Una volta che arriva il protesto un soggetto ha una sorta di macchia su quella che potremmo definire come la fedina finanziaria di un privato cittadino. Questa “macchia” non permetterà al soggetto di ottenere con facilità un nuovo credito sia esso un mutuo o un prestito personale.

Essere protestati significa per gli istituti di credito che si appartiene ad una categoria di persone che potrebbe non rispettare i pagamenti dato che già in passato è già successo.

Se un protestato dovesse avere la necessità di richiedere un prestito personale potrà averlo facilmente? Dipende, ci sono alcune soluzioni che gli permetteranno di ottenere in breve tempo del denaro che necessita, altre invece che gli permetteranno di ottenerlo solo dopo alcuni controlli.

In questo articolo vedremo quindi le varie soluzioni: il prestito cambializzato per protestati, la cessione del quinto ed il finanziamento con garante.

Prestito con cambiali per protestati

La soluzione delle cambiali è stata sempre utilizzata dai protestati. Alcuni anni fa erano molte le persone che divenivano protestate perché lasciavano un assegno scoperto o un altro tipo di debito insoluto. Anche se oggi questa pratica è divenuta meno frequente è comunque possibile che un richiedente abbia questo appellativo e quindi possa incontrare difficoltà nell’ottenere un finanziamento. Questo problema potrebbe essere risolto con i prestiti cambializzati per protestati, finanziamenti dove se non si rimborsa quanto dovuto si rischia il pignoramento dei beni utilizzati come garanzia.

Cessione del quinto

Chi ha la busta paga e chi percepisce una pensione superiore a quella minima può richiedere la cessione del quinto dello stipendio o della pensione. Si potrà quindi accedere al finanziamento senza mostrare ulteriori garanzie reddituali e senza la necessità di far firmare il contratto anche da un garante.

Finanziamento con garante

E’ una delle soluzioni più utilizzate. Basterà presentarsi presso la società di credito con una persona che non abbia avuto in passato problemi finanziari e che quindi non sia mai stata nominata come protestata o cattivo pagatore. Tale persona userà le proprie capacità reddituali per poter soddisfare le richieste della banca. Allo stesso modo si occuperà di pagare eventuali debiti lasciati insoluti.

Lascia un commento